La dodicesima edizione della Corsa Zero Barriere, svoltasi giovedì 02 giugno, va in archivio con le splendide vittorie della alcamese Carla Grimaudo e del monteleprino Dario Cucchiara.
Oltre duecento sportivi di ogni età si sono dati appuntamento sul lungomare di San Vito lo Capo (TP) a ridosso della Spiaggia Zero Barriere richiamati dall’evento sportivo, organizzato dalla DISABILI NO LIMITS sezione ASD Project Diver Team, divenuto nel corso degli anni punto di riferimento di tutti gli amanti dello sport sia normodotati che disabili per i servizi e la qualità organizzativa riservata dal primo all’ultimo classificato.

La gara valida come Prova Ufficiale del BioRace Trofeo Per…Correre/MACRON è stata caratterizzata dalla fuga solitaria fin dal primo giro (dei cinque previsti) di Dario Cucchiara (ASD Agex) che ha chiuso la sua fatica culla distanza di 7200 metri in 24’19’’, ottimo secondo assoluto il portacolori del GSD Amatori Palermo Roberto Di Bella in 24’37’’, terza posizione per Luca Filippi (ASD Palermo H13:30).
Spettacolare la lotta per la vittoria assoluta tra le donne con Carla Grimaudo (ASD Atletica Alcamo) che con il crono di 29’52’’ staccava di 37’’ Simona Sorvillo (ASD Trinacria PA) e di 3’34’’Maria Pia Biundo (ASD Club Atl. Partinico).
Alla fine della propria performance agonistica ogni atleta riceveva il ricco pacco gara, la maglia tecnica personalizzata e il gradito ristoro per reintegrare in maniera naturale le energie appena profuse.
La lunga cerimonia di premiazione presieduta dal coordinatore organizzativo Giuseppe Corona e dal Presidente Beatrice Roveto della DISABILI NO LIMITS sezione ASD Project Diver Team ha visto premiati i primi tre di ogni fascia con trofei e gadget, alla fine ringraziamenti per l’Amministrazione Comunale di San Vito Lo Capo (TP), il Corpo di Polizia Municipale, il servizio medico e le aziende partner del Week End Zero Barriere 2022. Da citare la preziosa medaglia di partecipazione donata a tutti gli arrivati in ricordo di una giornata speciale “Corsa” come di consuetudine in difesa dei più deboli e per l’abbattimento di ogni barriera sia architettonica che mentale.